Meditazione

“La capacità di individuare e fermare una reazione automatica, insieme alla capacità di una visione più chiara del presente e alla conoscenza accogliente di sé e del proprio progetto di vita, permette il prezioso processo di crescita individuale”

La meditazione consente di concentrarsi solo sul momento presente, a focalizzarsi sul qui e ora. Tale stato della coscienza ci consente di accogliere proficuamente le emozioni, i pensieri e le sensazioni, così come devono essere, senza filtri che ne nascondono il vero significato.

La comunità scientifica ha confermato che meditare riduce lo stress e gli stati ansiosi e depressivi.

Chiunque voglia intraprendere un percorso di crescita e miglioramento personale, dovrà necessariamente imparare l’antica e nobile arte della meditazione.

La Mindfulness

Recentemente nell’ambito della meditazione applicata al processo di consapevolezza si è sviluppato il concetto di Mindfulness, ovvero pienezza della coscienza.

La Mindfulness non è interruttore da utilizzare, bensì uno stato mentale aggrappato e radicato nel qui e ora.
Sviluppare una capacità di mindfulness e praticarla, migliora il benessere psicofisico e riduce tutta una serie di aspetti sintomatologici promuovendo il benessere psicofisico e la crescita dell’individuo.

La meditazione e le rispettive tecniche di consapevolezza non sono utilizzate in ambito medico o psicologico; tuttavia negli ultimi anni, la Mindfulness è stata utilizzata come intervento terapeutico in diverse condizioni, sia mediche che psicologiche, per poi essere integrata all’interno di alcuni trattamenti. (MBSR, MBCT, DBT, ACT).

La Mindfulness Psicosomatica

La Mindufulness psicosomatica da noi impiegata mira allo sviluppo delle potenzialità individuali.
È una tecnica essenziale che permette di raggiungere uno stato della coscienza all’interno del quale l’essere risulta completo e non più scisso tra corpo, ragione ed emozioni.

Questa pratica è stata messa a punto dall’istituto Psicosomatica PNEI del Villaggio Globale di Bagni di Lucca. Studi ed esperimenti clinici hanno appurato che la Mindfulness psicosomatica genera benessere psicofisico e consente di eliminare i blocchi psicosomatici che minano la crescita dell’individuo.

Una tecnica utile a sviluppare la consapevolezza psicosomatica di se stessi è il body scan psicosomatico: l’osservazione dei distretti corporei durante la respirazione. La pratica consente di raggiungere un livello superiore di percezione del proprio corpo: prima come massa rigida e affaticata, poi come un fluido, energetico e vibrante.

Terminato il Body Scan Psicosomatico si entra in uno stato di Mindfulness totale, all’interno del quale le parti del corpo vengono percepite nell’unicità del loro essere.

dott-ssa-rapisarda-mariarosaria-img-meditazione (1)

BIBLIOGRAFIA

Montecucco F. N. (2010), Psicosomatica Olistica, Edizioni Mediterranee, Roma.

Ghiroldi S. (2016), Il counseling in psicosomatica olistica PNEI, Istituto di Psicosomatica PNEI

SITOGRAFIA

http://www.psicosomaticapnei.com/pdf/2016/libro_PSICOSOMATICA_PNEI.pdf

http://www.psicosomaticapnei.com/psicosomaticapnei.php?id=ricerche